Partecipa! - Iscriviti!

La nostra comunità chiede anche la tua appassionata partecipazione per renderla il miglior posto al mondo nel quale vivere.

Condividi! - Iscriviti!

Le tue esperienze di genitore sono il miglior esempio che noi, altri genitori, siamo in attesa di conoscere, per crescere assieme.

Pubblica! - Iscriviti!

Questo spazio è a disposizione di qualsiasi componente, istituzione, associazione, comunità religiosa, azienda, negozio che opera e vive nei nostri quartieri; utilizzalo per pubblicare qualsiasi informazione o condivisione che desideri far conoscere alla comunità.

Informa! - Iscriviti!

Comunica a tutti i tuoi conoscenti dell'esistenza di questo spazio comune; solo attraverso l'attiva partecipazione e fruizione potrà diventare un valido strumento di aggregazione tra i quartieri e i suoi abitanti.

Infrangi le barriere! - Iscriviti!

Alcune volte penso ai vari borghi dei nostri quartieri come ad antichi manieri medioevali, ognuno viveva in un proprio piccolo feudo e considerava i vicini come nemici. Iniziamo una nuova epoca infrangendo le barriere che ci dividono da sempre.

Il nostro blog è tornato

Dopo diversi mesi di assenza siamo di nuovo tra di voi.
A causa dell'attacco di un pirata informatico al provider che gestiva il sito e che ha compromesso, rendendoli inutilizzabili e pericolosi, tutti i dati contenuti nelle pagine e articoli, oltre che i salvataggi degli stessi, abbiamo dovuto cancellare anni di lavoro e tentare di ricostruire quanto, con pazienza e dedizione, assieme, avevamo fatto.


Non ci resta che rimboccare le maniche e cercare di riempire le varie pagine con nuovi contenuti, correggere gli inevitabili errori insorti nel tentativo di recuperare i dati e continuare a condividere idee, iniziative ed opinioni così da rendere di nuovo questo spazio il "foglio" che testimonia la vita sociale e culturale dalla nostra comunità.

Perché questo blog? - Confronto e Partecipazione

Parafrasando la celebre frase di John Fitzgerald Kennedy:



«NON CHIEDERE al tuo quartiere (paese) cosa può fare per te, ma chiediti cosa PUOI fare per il tuo quartiere (paese)».

emerge subito il nocciolo dello spinoso problema che ci coinvolge tutti, genitori, nonni, educatori, insegnanti, cittadini in genere: dobbiamo aspettare che la società nella quale viviamo provveda a tutti i nostri bisogni o possiamo modificare questi bisogni, magari cambiando la società?

Ma come è possibile per un singolo, anche solo il pensare, di poter cambiare la società?

La risposta è molto più semplice di quanto ci si aspetti: partecipando attivamente, con le semplici capacità che ognuno di noi può mettere a disposizione, per la ricostruzione di quei valori, legati al buon senso, che vedono il ricollocamento dell'uomo al centro della società e non come marionetta succube di questa.

Impariamo dai reciproci errori, educhiamo, insegniamo, agiamo tutti, nelle singole azioni quotidiane, con l'unico obiettivo di ricreare un mondo più armonico, meno governato dagli interesse economici, manipolato dagli egoismi dei singoli e dalle egemonie di potere. In poche parole CONFRONTIAMOCI per PARTECIPARE attivamente alla soluzione di problemi che, per comodità, ideologia e forse ingenuità abbiamo delegato a delle istituzioni ormai troppo burocratiche.

Questi problemi, se procrastinati e non affrontati con tempestività e determinazione, finiranno per minare le fondamenta di questa società che poi non è altro, è questa è una certezza, che l'ambito nel quale cresceremo e cresceranno i nostri figli e nipoti.

Ogni piccola azione, proposta o intervento, è una piccola goccia nel mare delle necessità che il futuro ci chiede di governare: pensa sempre che la TUA azione, proposta o intervento siano quelli decisivi e determinanti per intraprendere un percorso risolutivo del singolo problema; partecipa senza timore, è la regola alla base della democrazia.

Non pensiamo a irraggiungibili macro obiettivi quanto alla possibilità reale di mettere in atto strategie, misurabili nel tempo e nei risultati, che ci conducano a soluzioni, forse non esaustive, ma concrete.