Orchestra a plettro “Flora 1892”

 

Orchestra a plettro Flora 1892

Orchestra a plettro Flora 1892

LA STORIA

Costituita 123 anni fa con il nome di Circolo Mandolinistico Flora, grazie all’iniziativa di un gruppetto di giardinieri di villa del lago di Como che, trovandosi per svago a trasfondere le armonie di colori e di profumi in armonie di tonalità musicali sul più umile e popolare strumento italiano, si fusero in una piccola, ma ben affiatata orchestrina.
L’attività, all’inizio, si svolge in città e nei paesi del circondario, ma ben presto si trasferisce anche nel resto d’Italia ed all’estero. La passione e la tenacia del maestro Arrigo Cappelletti portano subito, grazie al buon affiatamento tra i singoli elementi, a risultati di grande soddisfazione e di meritati trionfi.
Sono infatti degli anni tra  il 1901 e il 1912 le prime partecipazioni con notevoli successi a concorsi nazionali ed internazionali in Italia, Francia e Svizzera.
Assopita nel tragico e luttuoso periodo della grande guerra, la vitalità del complesso ha, immediatamente dopo, una ripresa delle più promettenti, grazie all’opera di rinomati cultori, e animatori.
Notevole anche l’attività di promozione della musica a plettro: nel 1921 il Flora promuove il Concorso Nazionale per quartetti a plettro della Federazione Mandolinistica Italiana.
I successi nei diversi concorsi a cui partecipa il complesso si accompagnano all’impegno a divulgare la conoscenza della musica tradizionale e popolare tra la gente, effettuando numerosi concerti, anche in occasione di feste e manifestazioni, in tutto il territorio lariano.
Nel 1927, poi  il “Flora” collabora con l’organizzazione del Grande Concorso Internazionale Mandolinistico, indetto dal Comitato per i festeggiamenti Voltiani, partecipando al concerto di chiusura, svoltosi al Teatro Sociale.
Successivamente attorno agli anni ’40, oltre alla partecipazione a numerosissime manifestazioni internazionali, tutte coronate dall’attribuzione di importanti riconoscimenti, il quartetto interviene ad alcune radiotrasmissioni dell’EIAR con finalità benefiche.
Appena trascorse le nefaste vicende della seconda guerra mondiale, il Flora, animato da nuovi fautori e simpatizzanti, riprende la strada interrotta con uno straordinario fervore di programmi, prove e concerti.
Tra il 1947 e il 1949 riprende, con grandi successo  la partecipazione a concorsi in Italia ed all’estero.
Prosegue anche l’attività organizzativa: nel 1952 a Como si svolge un concorso internazionale per orchestre a plettro, con la partecipazione di oltre 30 gruppi e 1000 esecutori, superando ogni aspettativa e lasciando a tutti un ottimo ricordo. Grandi successi vengono conseguiti nel corso della tournee in Austria, con concerti nelle città di Lienz, Stayer, Vienna e Graz. i concerti vengono effettuati sotto la direzione dei maestri Umberto Zeppi e Mino Corti, il quale subentra poi alla prolungata attività quale direttore e concertatore del suo predecessore.
Del piccolo gruppetto che, inizialmente era  noto con il soprannome di ‘senza ùregia’, poiché suonavano senza conoscere al musica, nel 1947 si è giunti ad un’Orchestra forte di oltre quaranta elementi, di notevole livello artistico.
In occasione del “patto di gemellaggio” tra le città di Como e di Fulda, durante la cerimonia ufficiale, l’Orchestra esegue un concerto che suscita vivo apprezzamento da parte di tutti i presenti.
Nel corso degli anni ’60 si intensificano gli scambi tra l’orchestra comasca e quelle di altre città italiane ed estere, in circostanza di feste musicali, festival, concerti e concorsi.
Nel 1979, a seguito di una collaborazione tra la Presidenza del “Flora”, il Comune di Como e l’Azienda di Soggiorno e Turismo, viene ospitata a Como la prestigiosa orchestra nipponica “Gifu Mandolin” che esegue assieme all’Orchestra un grande concerto al Teatro Sociale, dando così inizio ad un vincolo di amicizia tra i due gruppi musicali.
Le attività dell’Orchestra non si fermano mai e, grazie ai suoi dirigenti, vengono programmate numerose iniziative di carattere culturale con esecuzioni che spaziano dall’epoca clavicembalistica al romantico.
Nel 1992, in occasione del Centenario, con il patrocinio del Comune di Como e della Famiglia Comasca, l’Orchestra esegue il “Concerto di Primavera” nel salone d’Onore di Villa Olmo e, successivamente, in diverse circostanze, molte altre esecuzioni, ottenendo sempre lusinghieri successi.
L’orchestra è sempre attiva: gli anni passano ma il Flora non si ferma ed intensifica sempre di più la sua attività, concertistica affiancando anche  interventi presso le Case di riposo cittadine, dove con le sue note, porta conforto e sollievo agli ospiti.
Ovunque il Flora è passato, è stato accolto da calorosi ed unanimi consensi, lasciando un buon ricordo sia dal lato artistico che da quello della fraternità e dell’amicizia, riscuotendo simpatie ed accoglienze calorose e tenendo alto il nome della città di Como e dell’Italia.
E’ doveroso ricordare i nomi di alcune persone che hanno creato, vitalizzato, sostenuto ed amministrato questo gruppo, lungo un percorso che ha toccato ben tre secoli:  Enrico Musa, Arrigo Cappelletti, Luigi Guarisco, Enrico Porta, Umberto Zeppi, Mino Corti e Riccardo Mulazzi ed i maestri direttori, oltre ai già citati Cappelletti, Zeppi, Corti, Giovanni Bianchi, Giovanni Tarditi, Ugo Bottacchiari, Guglielmo Balzaretti, Marzio Mariani, Camilla Uboldi, ed ora Matteo Castelli.

N.B.: L’Orchestra è la seconda in Italia per longevità tra le Orchestre mandolinistiche, dopo l’Orchestra Marzuttini di Udine (1887)

Logo Orchestra Flora 1892  - Sagnino - Como

 

RICONOSCIMENTI
  • Medagliere
  • Dicembre 2000 – Abbondino d’oro – Comune di Como
CONVEGNI

Gennaio  2010 – Conservatorio G. Verdi – Como
ARRIGO CAPPELLETTI  1877-1946 – Giornata di studi e Concerto

 PUBBLICAZIONI
  • Luglio 2008  ‘L’Orchestra Flora dal 1892 ad oggi’  Tesi di laurea di Giulia Larghi
  • Aprile 2009 ‘Il Flora. Note di mandolini sulle rive del lago di Como’
    Giulia Larghi – Paolo Cristina – Grafica Marelli
  • Settembre 2010 Atti del convegno su Arrigo Cappelletti senior
    Conservatorio di Como – Gennaio 2010 – Nodo editore
ARCHIVIO MUSICALE – REPERTORIO

L’Archivio musicale dispone di 250 partiture dal 1600 ai giorni nostri  e il  repertorio  spazia dal Barocco alla musica  Anni ‘50 – ‘60 con arrangiamenti a cura dell’ex direttore Camilla Uboldi , diplomata in Composizione presso il Conservatorio G.Verdi di Como.

INCISIONI DISCOGRAFICHE
  • FEBBRAIO 1999 – TEATRO SOCIALE – COMO
ATTIVITA’ CONCERTISTICA
  • NEL CORSO  DELL’ANNO CIRCA 5/6 CONCERTI Occasionalmente gratuiti in Case di Riposo
  • RASSEGNA MANDOLINISTICA DEL LAGO DI COMO
    Iniziativa con cadenza annuale, giunta quest’anno alla XI edizione, con lo scopo di favorire lo scambio di conoscenza fra complessi a plettro consistente in un reciproco scambio di concerti a titolo gratuito,  un’ occasione di scambio turistico culturale e uno stimolante motivo di interesse per il pubblicoOrchestre Mandolinistiche di Parma e Bologna  -2005
  • Orchestra Flora – Concerto in favore di Associazione Cometa  -2006
  • Orchestra a plettro Città di Milano – 2007
  • Orchestra a plettro ‘Gino Neri’ di Ferrara -2008
  • Orchestra Aurora di Vacallo – 2009
  • Orchestra a plettro ‘ I mandolinisti Bustesi’  – 2010
  • Orchestra di chitarre e mandolini di ‘Città di Brescia’ – 2011
  • Okamura Mandolin Club – Nagoya (Giappone ) (CO) 2012
  • Orchestra Flora – Concerto in occasione della consegna del Mughetto d’oro 2013
  • Orchestra Flora – Concerto in occasione della consegna del Mughetto d’oro 2014
  • RETE LOMBARDA STRUMENTI A PIZZICO Dall’anno 2013 fa parte dei soci fondatori della Rete Lombarda degli Strumenti a Pizzico

 

RECAPITI

COMO – VIA FERABOSCO, 11 – 22100 – C/O SOCIETA’ ORTOFLORICOLA COMENSE

Cell: 338.763.24.55 – info@orchestraflora.it –  www.orchestraflora.it

 

Visita il sito dell’Orchestra a plettro “Flora 1892”

Commenti chiusi