Parrocchia di Cristo Re

Parrocchia di Cristo Re a Tavernola

Interno della Parrocchia di Cristo Re a Tavernola

Breve storia della chiesa di Tavernola

Tavernola prende il nome da “tabernula”, piccola osteria, dove era possibile fare una sosta ai viandanti che salivano verso l’alto lago. I primi insediamenti si consolidano sulla collina per evitare la zona vicino alle alluvioni del Breggia. Già dal 1283 vi era stata costruita una chiesetta per la celebrazione della santa messa e veniva denominata, prima, in silvis (nelle selve), e poi, dal 700, in vineis (nelle vigne) adeguando il nome in base all’utilizzo del territorio e tale cappella, denominata San Bartolomeo delle vigne a Folcino, era alle dipendenze della parrocchiale di San Salvatore in Borgovico.

Lungo il corso degli anni, fino al 1900 , ci sono vari documenti, redatti durante le varie visite pastorali, che riportano il lento ma costante crescere della popolazione (366 anime nel 1869) e di conseguenza la necessità di ampliare la chiesetta e di avere un sacerdote. Nel 1920 il vescovo avvia allora la procedura per erigere S. Bartolomeo in parrocchia autonoma e il 26 novembre 1920 Don Duilio Ratti prende possesso della parrocchia diventando così primo parroco di Tavernola e la reggerà fino al 6 giugno 1970.!!!!

Facciata chiesa parrocchiale Tavernola

La posa della prima pietra dell’attuale chiesa, oggi dedicata a Cristo Re, avvenne il 11 maggio 1930 e i lavori furono affidati all’impresa edile Bernaschina di Tavernola; l’entusiasmo per l’inizio dell’opera fu tale che il parroco fece richiesta al Vescovo per l’autorizzazione del lavoro volontario dei fedeli anche nei giorni festivi e.. il Vescovo la concesse. Alcuni abitanti prestarono i loro carri per trasportare dalla cava di via Conciliazione le pietre e per recuperare la sabbia dal Breggia. I lavori procedettero con alternanza e variazioni sul progetto iniziale e la chiesa fu inaugurata il 24 luglio 1937 alla presenza del Vescovo Alessandro Macchi.

Nel corso degli anni sono state fatte diverse migliorie ed è toccato a don Vittorino Vittori (parroco dal 1991 al 1999) completare il restauro interno e a adeguare la chiesa di Cristo Re alle nuove norme liturgiche e renderla più accogliente e decorosa così come oggi si presenta.

 

Un particolare ringraziamento a Fulvia e a Paolo Pagani per le fotografie e i testi.

Visitate il sito della parrocchia pubblicato nello spazio messo a disposizione dalla Diocesi.

Tel. e Fax: 031-57.17.23

 

 

Commenti chiusi